Claas ARION 420 CIS

Il settore delle macchine polivalenti è in rapida espansione. Tutti gli imprenditori agricoli, dal...


Read More...

John Deere 6930 Prem...

Nel panorama agricolo moderno i trattori con cambio a variazione continua stanno prendendo sempre...


Read More...

Deutz-Fahr Agrofarm ...

Il segmento di trattori con potenza dagli 80 ai 110 cv è molto importante per...


Read More...

FiatAgri Winner F140

ESEMPLARE DELL'UTENTE MAURIZIO TRATTORISTA CAPO

 

La serie Winner è sicuramente la serie che ha cambiato pagina nella storia della meccanizzazione del gruppo Fiat.

E' la serie che ha il primo telaio monoscocca, è la seria che ha il cambio Hi-Lo, è la serie che montava i primi sollevatori elettronici, presa di forza e bloccaggio differenziale elettroidraulico, strumentazione digitale, computer di bordo per velocità di avanzamento e velocità PTO, senza dimenticare il famoso Radar per antislittamento, tutta tecnologia che troviamo sui loro eredi della serie M.

L F140 entrò in produzione solamente alla fine del 1993, dopo quasi 4 anni dall’inizio della commercializzazione della serie Winner, montava sempre l'Iveco da 5861 cc con aggiunta di turbocompressore e qualche quintale in più.

Le ultime serie del 1996 pesavano circa 62 q.li (con pieno di gasolio e zavorre). Con il mio F140 lavoro principalmente con :

Ripuntatore PEGORARO DRAG 5 ancore peso 11 q.li,

Erpice rotante ALPEGO DF 360 con rullo spuntoni peso 18,5 q.li

Aratro bivomere SO.GE.MA con versoi da 44 peso circa 10q.li

Erpice a molle 11 ancore 2.70 m.

Velocità di lavorazione: con ripuntatore 5 ancore dai 5.5 - 6.5 km/h con aratro 6 - 7.2 km/h con erpice rotante 5.2 - 6.5 km/h, (velocità reali al netto dello slittamento).

Il trattore è del 1996 (uno degli ultimi prodotti), è il trattore più grosso che ho in azienda, quindi come si può vedere dall’attrezzatura usata è il mezzo con cui faccio tutte le lavorazioni pesanti e il ripasso per la semina, attualmente ha 3910 ore, (circa 350 all’anno)

La macchina è molto solida e potente, molto delicata di cambio (innesti un po’ contrastati quindi l’inserimento delle marce va accompagnato con dolcezza), ma molto versatile e maneggevole grazie alla sterzata di 50°.

La sua affidabilità è buona, dato che in 7 anni ho dovuto sostituire solo la frizione, e un piccolo problemino ad una valvola di discesa del sollevatore. Sicuramente è una macchina delicata non molto adatta per un terzista che ha qualche operaio un po’ irrequieto.

Per rendere al massimo deve essere usata con un regime di giri intorno ai 2000-2200, il capitolo consumi: se non si sfrutta alla morte il trattore per lavorare 10 ore si accontenta di circa 200 litri di gasolio.

Di difetti gravi non ne trovo, l’unico difetto (come accennato in precedenza) gli innesti contrastati del cambio, quindi tende a grattare con facilità, comunque una volta presa la mano si riesce a lavorare senza problemi riducendo al minimo le “grattate”.

f140-1 f140-2 f140-3 f140-4

Qui potete scaricare la brochure della serie Winner prima serie (F100, F110, F120 e F130):

http://www.tractorum.it/component/remository/FIAT-FIATAGRI/Trattori/Fiatagri-serie-Winner.pdf/




Articolo a cura di: Rodeo95 e MaurizioTrattoristaCapo

 

You have no rights to post comments