Trattori

Deutz-Fahr Agrofarm TTV430

CABINA E COMANDI

10

Ancora prima di salire in cabina, si nota un’altra novità per questa categoria di trattori, ossia l’adozione di 4 montanti al posto dei tradizionali 6, soluzione questa che aumenta l’accessibilità, oltre che la superficie vetrata e quindi la luminosità del posto guida e la visibilità per l’operatore, agevolato anche dalla presenza del tettuccio in vetro utile sia per il ricircolo dell’aria sia per dare un occhio in più al caricatore. E se anche siamo più esposti ai raggi solari, poco male: l’impianto di condizionamento è rapido ed efficace nel mantenere la temperatura impostata manualmente.


21 22

Interessante la soluzione di posizionare il gruppo condizionatore al di sopra della cabina, infatti se questa soluzione da un lato aumenta l’altezza della trattrice stessa ( 2660 mm, comunque nella media ), dall’altro permette una minore esposizione di esso alle polveri e quindi un intervallo di manutenzione più lungo. Buona l’insonorizzazione – agli appassionati del rombo del Deutz non resta che aprire il vetro anteriore- così come la presenza di vibrazioni, praticamente nulla o comunque non avvertite in maniera fastidiosa. Cruscotto dotato di buona visibilità per le informazioni principali (temperatura motore, giri/min, livello gasolio) forse un po’ piccole le spie: quantomeno singolari gli inserti verde Deutz (o rosso Same, a seconda del modello) anche nelle razze del volante, che rendono l’abitacolo più luminoso anche se forse un po’ più ‘barattolone’. I comandi comunque sono in pieno stile SDF, nulla di stravolgente dunque anche a livello di finiture, spaziosità della cabina limitata per due persone (probabile che il sedile passeggero sia optional) e in ogni caso inferiore a certi modelli della concorrenza.
Novità assoluta per questa categoria di macchine, è il bracciolo integrato e solidale al sedile di guida, che richiama quello di trattori con cavalleria ben superiore.

16 19
Forse questo aiuta a non percepire una gran sensazione di spaziosità della cabina, ma comunque il pilota può forse vantare il posto di guida più comodo della categoria anche se il bracciolo non presenta nessun tipo di regolazione, ma è comunque ben studiato e dotato di buona ergonomia: durante la giornata di domenica l’ha provato almeno una trentina di persone di diversa taglia e nessuno si è trovato posizionato in maniera innaturale quando si trattava di azionare i comandi su di esso posti, cioè quelli per la gestione del cambio, dell’alza/abbassa del sollevatore,  della gestione della PTO, DT e bloccaggio differenziali, compresi i già visti automatismi PTO auto e ASM.

30

1 Acceleratore manuale

2 Memorizzazione regime motore

3 Pulsante “Cruise”

4 Leva Finger-tip per selezione velocità

5 Comando EHR

6 P.T.O. anteriore

7 P.T.O. posteriore

8 P.T.O. Auto

9 Pulsante ASM (blocco automatico differenziali e DT)

10 Doppia trazione

11 Blocco differenziali

Comments  

 
+4 #2 Agricolo94 2012-04-14 12:43
stupendo trattore!
 
 
0 #1 __LKD__ 2012-04-09 22:28
il bracciolo ha la regolazione tramite due bulloni con maniglietta in plastica poste sotto,allentand o questi ultimi si può scorrere il bracciolo in avanti o indietro a seconda della lunghezza del braccio dell'operatore

io sul mio lamborghini r4evo me ne sono accorto perchè mi si sono allentati e il bracciolo mi si muoveva
 

You have no rights to post comments