Trattori

Deutz-Fahr Agrofarm TTV430

PTO, IDRAULICA e SOLLEVATORE

20

Numerose le velocità di rotazione disponibili per la PTO: 540/540ECO/1.000/1.000 ECO giri e sincronizzata. Come ormai tutte le macchine moderne, dotata di frizione multi disco a bagno d’olio, innesto elettroidraulico e replica del comando sul parafango esterno: optional la pto e il sollevatore anteriore con zavorra monoblocco da 1000 kg, presenti sull’esemplare in prova. Come da tradizione SDF, presente il sistema PTO auto, che provvede a disattivarla non appena il sollevatore si alza oltre un’altezza preimpostata e non modificabile, comunque sufficiente a non far lavorare il cardano con angolazioni dannose per lo stesso.

La capacità di sollevamento dichiarata al posteriore è di 5.300kg, innalzabili a 6.200 kg aggiungendo i martinetti supplementari optional: 1.800 i kg sollevabili dal sollevatore anteriore. Numerose le regolazioni offerte dal sollevatore elettronico: controllo dello sforzo, della posizione, misto, flottante, abbassamento rapido, bloccaggio dell’attrezzatura per il trasporto, limitazione dell’altezza di sollevamento e controllo della velocità di abbassamento, tutte impostabili tramite potenziometri di facile utilizzo posti nella parte posteriore della plancia alla destra del guidatore. Non è stato purtroppo possibile testare il sollevatore come si deve, in quanto per la lavorazione con erpice rotante si è intervenuti solo impostando flottante, velocità di abbassamento e limite dell’alzata massima, subito poi esclusa per mostrare la funzionalità della PTO auto.

 

Una volta poi regolato, si usa solo la levetta posta sul bracciolo a portata di dito: questa non è piaciuta a molti, forse perché racchiude due funzioni e il funzionamento non è subito intuitivo. Praticamente nella posizione più alta il sollevatore è in blocco: per sbloccarlo occorre abbassarla di una posizione e rimetterla nella posizione alta finché tre suoni consecutivi ci avvertono dell’avvenuto sblocco. A questo punto serve abbassare la levetta di uno scatto per usare il sollevatore in posizione controllata: alzando e abbassando da questa posizione (facendo però attenzione a non compiere scatti) si controlla la posizione dell’attrezzo. Se invece vogliamo usare l’alza/abbassa rapido, dobbiamo porre la levetta ancora giù di uno scatto, e poi possiamo sempre utilizzare le posizioni senza punto morto per comandare rapidamente il movimento dell’attrezzo. Insomma, la spiegazione sicuramente non rende bene il funzionamento, che se non è spiegato a dovere risulta di difficile gestione: in poche parole, si fa prima a usarlo 10 minuti per capirlo e cominciare a sfruttarlo per bene. Resta da vedere se l’uso di ben 7 posizioni in una leva sola sia così facile anche sui terreni sconnessi e magari a velocità leggermente sostenute, leggasi operazioni di ripasso…

L’impianto idraulico dispone di una pompa da 58l/min e una dedicata alla guida idrostatica: sono disponibili i temporizzatori sul 3° e 4° distributore per la versione con 8 vie, mentre per la versione con 6 vie è disponibile il temporizzatore sul 3° distributore. La gestione del temporizzatore avviene con un potenziometro posto dietro ai comandi sollevatore, mentre la gestione dei distributori avviene con un comando elettrico proporzionale, di cui uno a croce (1° e 2° distributore) e gli altri a levetta. Sulla sommità della levetta a croce è posto il pulsante di sblocco dell’impianto idraulico, da tenere premuto per circa 3 secondi ogniqualvolta si avvia la trattrice per cominciare ad utilizzare i distributori. Da menzionare la funzionalità Energy-Saving, cioè una specifica valvola on/off del circuito idraulico che chiude automaticamente il flusso d’olio ai servizi e lo rimanda direttamente alla trasmissione quando il sollevatore e i distributori non vengono utilizzati. Questo permette all’olio di mantenere una temperatura più bassa, preservandone la qualità e la durata, a vantaggio dell’efficienza generale della trasmissione e quindi ad un minor assorbimento di potenza.

Comments  

 
+4 #2 Agricolo94 2012-04-14 12:43
stupendo trattore!
 
 
0 #1 __LKD__ 2012-04-09 22:28
il bracciolo ha la regolazione tramite due bulloni con maniglietta in plastica poste sotto,allentand o questi ultimi si può scorrere il bracciolo in avanti o indietro a seconda della lunghezza del braccio dell'operatore

io sul mio lamborghini r4evo me ne sono accorto perchè mi si sono allentati e il bracciolo mi si muoveva
 

You have no rights to post comments