Trattori

Hurlimann PRINCE 55

Recensione Prince 55L' agricoltura italiana è caratterizzata da migliaia di variabili e migliaia di vocazioni diverse; negli ultimi anni sono aumentati gli ettari lavorati dalle imprese agromeccaniche che utilizzano macchine sempre più potenti e performanti In tempi recenti si è affermata una nuova figura in agricoltura: l'Hobbista. Premessa: l' agricoltura "part-time" esiste da sempre, ma attualmente sono molte le persone che si "rifugiano" in campagna, magari nella speranza di vivere una vita più sana e meno stressante di quella di città. E spesso mirano ad avere un abitazione rurale con un "fazzoletto" di terra, da coltivare la domenica e nei momenti di riposo lavorativo.
Queste persone possiedono un piccolo trattore tuttofare, adatto per tutte le situazioni e che da soddisfazione nell'uso; tutto questo ad un costo relativamente accessibile.
Questo piccolo trattore tuttofare però, non deve essere considerato un "surrogato" del "vero" trattore: questo genere di mezzo viene impiegato anche da professionisti nelle colture specialistiche e anche dalle ditte di manutenzione del verde pubblico e privato. Questo perché le dimensioni compatte e il peso contenuto li rendono adatti ad introdursi sotto le serre, nei frutteti e nei parchi pubblici.


Stiamo parlando della categoria di trattori "compatti" con potenza fino a 60cv, in questa recensione parleremo del prodotto di Same Deutz-Fahr.

A seconda dei colori e del marchio, lo troviamo denominato:

  • Same solaris 35 45 55
  • Deutz Agrokid 210 220 230
  • Lamborghini R1 35 45 55
  • Hurlimann Prince 35 45 55

Abbiamo potuto utilizzare il "prodotto" SDF in veste Hurlimann,versione 55, di recente acquisto da parte di un Ente comunale.

001 002

Di seguito vengono riepilogati i dati dei 3 modelli presenti a listino.

Nella tabella ritroviamo tutti i dati essenziali dei motori adottati:

003


Il motore ha la gestione elettronica del sistema di raffreddamento tramite un sensore di temperatura la ventola si attiva quando il motore raggiunge la temperatura di 92°C e si disattiva quando scende sotto i 90°C.

La sostituzione dell’olio del motore è consigliata la prima volta dopo 50 ore di lavoro, successivamente ogni 300 ore.

004 004b


Comments  

 
0 #12 Giovanni Prussiano 2012-11-05 15:39
Io ho il lamborghini R1-55 : complessivament e nonè male: motore brillante, buona manovrabilità ma anche qualche nota negativa; risulta molto leggero ed ha un bel problema che è il surriscaldament o in estate con motore sotto sforzo. Il sistema di raffredddamento va in crisi ed aumenta la pressione del fluido nel radiatore tanto che il radiatore non regge. In questi giorni sto facendo revisionere il radiatore, sebbene la macchina abbia solo 160 ore di lavoro, ed il radiatorista, consapevole del problema, sta sostituendo le masse radianti.....
 
 
0 #11 alessandro fior 2009-12-31 11:34
Io ho la versione Lamborghini di questo mezzo,ho il 55. Lo elogio molto,ma quest'estate l'ho dovuto aprire in 3...per un paraolio! Sì,quello posto all'entrata del gruppo trasmissione posteriore...pe r un pezzo da poche decine di euro! Per il resto no problem,gran motore e buon bilanciamento,s e vedete nella discussione sul confront tra piccoli convenzionali da 40-50cv troverete le foto delle lavorazioni che questo mezzo svolge.
 
 
0 #10 Twin Spark 2009-08-31 23:26
[quote=toni;57013][COLOR=black][FONT=Tahoma][/FONT][/COLOR][COLOR=black][FONT=Tahoma][/FONT][/COLOR]

[COLOR=black][FONT=Tahoma]Io non sapevo che fosse così, ma chi l'ha progettato non poteva fargli un bordino intero???[/FONT]

[FONT=Tahoma][FONT=Tahoma][COLOR=black][FONT=Tahoma][/FONT][/COLOR][/FONT][/FONT]

[/COLOR]

Ah! Ho capito cosa intendevi.

Il tappo è liscio, e la sede non ha nessun appoggio all' interno.

Brutta storia:nutkick: .
 
 
+1 #9 toni 2009-08-30 21:34
non è di plastica. però, il sasso l'ha preso giusto e buttato dentro.

la campana di traino non mi sta trinciando in esterno nei fossi
 

You have no rights to post comments