Meccanizzazione

Nuovo Valtra T4, il trattore che viene dal freddo

jgj Copia

Your Working Machine, La tua macchina da lavoro. Nuovo pay off per Valtra, reduce da una partecipazione in grande stile all’ultima edizione di Eima International.

UNA RINNOVATA BRAND IDENTITY

VALTRAproduzione Copia

Sul palcoscenico di Bologna il marchio finlandese in forze al gruppo Agco ha infatti sfoggiato un rinvigorito sprint ed una fisionomia rinnovata a 360 gradi – a partire dalle attività aziendali, dalla progettazione dei trattori fino all’assistenza fornita dai rivenditori locali – e armonizzata a livello globale, includendo anche le produzioni realizzate in Brasile.

Una brand identity tutta nuova dunque, fatta anche di una nuova veste grafica che ha ravvivato i tradizionali colori di Valtra con nuances più fresche e dinamiche, così come più incisiva e moderna appare la comunicazione incentrata, secondo il concetto espresso dal Your Working Machine, sull’immagine di realtà a stretto contatto con il cliente e ancora più vicina alle sue singole necessità, in grado di offrire soluzioni individuali idonee ad operare in ogni condizione, dal freddo estremo del Nordeuropa al caldo brasiliano, e rappresentate da trattori sempre affidabili, potenti e versatili, di facile utilizzo e supportati da un’assistenza efficace.

UN TRATTORE TOTALMENTE NUOVO

VALTRA T4 6 Copia

Grandi cambiamenti che coincidono, in sintonia con la prassi aziendale, con il lancio di nuovi modelli. Ed in effetti sotto i riflettori della rassegna bolognese Valtra ha tenuto a battesimo – primo frutto del nuovo corso e culmine della solida esperienza vantata dal costruttore finlandese – la sua nuova serie T di quarta generazione, completamente riprogettata per poter contare su un trattore capace di rafforzare ulteriormente la competitività del marchio, oltre che di aprire la strada allo sviluppo di altri prodotti.

SEI MODELLI IN QUATTRO VERSIONI

Valtra T4 9 Copia

Radicalmente rivisitata quindi nell’estetica e nelle specifiche tecniche, la neo-nata serie T4 di Valtra viene articolata – dopo 40mila ore di test in condizioni estreme, sia in campo sia in laboratorio – in sei modelli che coprono una fascia di potenza compresa tra 155 e i 250 cavalli, disponibili in quattro versioni: le prime tre, Direct (con trasmissione a variazione continua e distributori elettronici), Versu (con Powershift a cinque marce e distributori elettronici) e la nuova Active (con cambio 5-Powershift associato ad un impianto idraulico load sensing meccanico), sono già in fase di produzione e saranno pronte agli inizi del 2015, mentre per la versione HiTech bisognerà attendere buona parte dell’anno prossimo.

TELAIO E COFANO RIDISEGNATI PER UNA GRANDE AGILITÀ

VALTRA T4 14 Copia

Racchiudendo il meglio del funzionale e piacevole design di tradizione scandinava, la serie T4 dispone di un telaio e un cofano tutti nuovi. Il più lungo interasse (2.995 millimetri) assicura stabilità su strada e contribuisce ad una ottimale distribuzione dei pesi, per il 40% anteriormente ed il 60% posteriormente, ideale per attrezzature combinate.

Il supporto in ghisa del caricatore frontale, inoltre, è completamente integrato nella ridisegnata struttura del telaio, che consente una realizzazione del cofano tale da migliorare la visibilità.

Grazie alla forma ristretta del motore, come pure al sollevatore anteriore e alla sospensione anteriore integrati, il nuovo trattore di Valtra risulta anche particolarmente agile, con un raggio di sterzata di soli 5,25 metri, una grande luce libera dal suolo (pari a 60 centimetri sotto il serbatoio) ed un peso di 7,3 tonnellate (carico totale: 13,5 tonnellate).

MOTORI SEI CILINDRI AGCO POWER SCR ONLY

VALTRA T4 engine Copia

Il cuore pulsante dei trattori serie T di quarta generazione è sempre formato dai motori Agco Power a sei cilindri turbo intercooler, common rail ad alta pressione (2.000 bar), emissionati Tier 4 Final con sola tecnologia Scr senza necessità di filtro diesel antiparticolato.

Realizzato appositamente per Valtra, il turbo Bosch-Mahle è dotato di nuova valvola by pass a gestione elettronica per una più pronta reazione del motore all’accelerazione. I due modelli più piccoli (T144 e T154) sono equipaggiati di un propulsore da 6,6 litri di cilindrata, mentre tutti gli altri montano l’unità da 7,4 litri. In ogni caso, anche grazie al surplus di potenza erogato dalla funzione Sigma Power e ad una coppia elevata – fino a 1.000 Nm nel top di gamma, il T234, raggiungibile a 1.500 giri al minuto – viene garantita la forza necessaria all’esecuzione delle operazioni più impegnative.

ECOPOWER FUNCTION SUL MODELLO T174

Sul modello T174 da 190 cavalli di potenza massima è disponibile anche il sistema EcoPower di Valtra, che consente di far scendere il regime motore a 1.800 giri al minuto e di aumentare la coppia massima premendo semplicemente un pulsante in cabina, con vantaggi in termini di risparmio di carburante (fino al 10%) oltre che di maggiori silenziosità, rispetto per l’ambiente e durata del motore.

Accanto alla semplicità di impiego, un’altra importante linea guida della progettazione della serie T4 è stata la riduzione dei costi di esercizio, con intervalli di manutenzione di 600 ore e facili controlli giornalieri dell’olio. Più agevole inoltre l’accesso ai filtri e al nuovo blocco radiatori (pensato in casa Valtra ad hoc per i suoi nuovi trattori) rigido e senza cerniere (si ribalta solo il condensatore), con incrementata capacità di raffreddamento dell’aria.

Maggiorata anche la capienza (375 litri) del serbatoio del carburante, protetto da una piastra in acciaio dello spessore di sei millimetri che non compromette la distanza da terra.

LA RIVOLUZIONE DEL POWERSHIFT

VALTRA T4 bracciolo Copia

A potenziare le prestazioni dei robusti e versatili trattori T4 in ogni condizione operativa contribuiscono in maniera determinante le efficienti evolute trasmissioni di Valtra.

Le versioni Versu, Active e HiTech si avvalgono anche della innovativa logica di funzionamento del Powershift a cinque rapporti, che offre venti velocità in quattro gamme, più altre dieci nelle gamme del super-riduttore, ed un servomeccanismo idraulico per facilitare il lavoro del caricatore frontale: il pedale dell’acceleratore non controlla il regime motore bensì la velocità di guida (come avviene con una trasmissione Direct continua) e l’utilizzo del pedale della frizione è necessario solo per l’avvio del motore, mentre i pedali del freno comandano anche la frizione, visto che la funzione della frizione automatica AutoTraction è sempre attiva.

PIENO CONTROLLO SENZA AGIRE SULLA FRIZIONE

VALTRA T4 7 Copia

Un automatismo particolarmente vantaggioso in caso di impiego di attrezzi trainati dalla presa di forza, perché l’operatore può attivare il sistema Powershift e regolare la velocità semplicemente premendo il pedale dell’acceleratore, viene ribadito dal costruttore finlandese, con la possibilità di avere le mani libere per gestire la combinazione trattore-attrezzatura.

Le trasmissioni HiTech, Active e Versus, inoltre, includono ora la funzione Hill-hold, che permette di controllare l’avvio/arresto della macchina agendo soltanto sul freno e sull’acceleratore anche in salita.

TRE VELOCITÀ DI PTO

L’impianto idraulico con sensore di carico annovera una portata di 115 o di 160 litri al minuto, laddove sul versante Pto è disponibile una presa di forza con tre velocità di lavoro (540/1.000, 540/540E/1.000, 540E/1.000/1.000E) a innesto elettroidraulico, affiancata, a richiesta, da quella sincronizzata.

QUASI 100 QUINTALI DI SOLLEVAMENTO

VALTRA T4 16 Copia

Il sollevatore anteriore integrato può alzare fino a 5,1 tonnellate, mentre a 9,5 tonnellate arriva la capacità del nuovo sollevatore posteriore, rinnovato nella geometria costruttiva e oggi caratterizzato da rinforzata struttura a fusione integrata e tiranti dei bracci verticali.

CABINA A 5 MONTANTI A FORMA CONVESSA

VALTRA T4 5 Copia

Nuovissima infine la confortevole cabina a cinque montanti della serie T4, per la quale vengono proposte due sospensioni, quella meccanica con cinque regolazioni e quella pneumatica semiattiva AutoComfort, con cui è in grado di comunicare la nuova sospensione pneumatica Aires+ dell’assale anteriore, così da incrementare la comodità.

VISIBILITÀ TOTALE

VALTRA T4 3 Copia

Ergonomica, spaziosa e silenziosa (rumorosità inferiore ai 70 decibel), la nuova cabina di Valtra riesce a garantire una eccellente visibilità in ogni direzione e in ogni condizione operativa grazie al tubo di scarico e ai montanti stretti, agli oltre sei metri quadri di superficie vetrata, alla botola trasparente apribile nella parte anteriore del tetto, ai tergicristalli anteriori a 270 gradi e alla telecamera posteriore di sicurezza montata in fabbrica che assicura una visuale completa del dispositivo di attacco o di lavoro.

GUIDA RETROVERSA

Al comfort del conducente provvedono tra l’altro un climatizzatore e due riscaldatori ad alta efficienza, il sedile girevole a 180 gradi, il parabrezza e il cruscotto riscaldati elettricamente. Mantenuto su tutti modelli, inoltre, il sistema di guida in retromarcia TwinTrac che ora può essere regolato lateralmente.

Consistente anche la dotazione tecnologica per i nuovi trattori della casa scandinava, offerti con il sistema di servosterzo AutoGuide, il terminale da 12,1 pollici e la telemetria AgCommand.

AMPIA PERSONALIZZAZIONE

VALTRA T4 4 Copia

Riaffermando infine la filosofia Valtra della produzione su misura, la serie T4 può essere personalizzata scegliendo tra un ampio ventaglio di funzioni e di opzioni, montate già in fabbrica, in base alle specifiche applicazioni, ricevendo così un trattore pronto ad operare con efficienza nei campi, in ambito forestale o in quello municipale.

 

Fonte: Meccagri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

You have no rights to post comments