Meccanizzazione

John Deere: più di 20.000 trincie semoventi consegnate ai clienti

Dalla presentazione della sua prima trincia semovente 5400 negli anni 70, John Deere ha prodotto più di 20.000 unità in tutto il mondo. Nel 1992 la produzione di trincie è stata trasferita dagli Stati Uniti all'Europa. Da allora, lo stabilimento tedesco di Zweibrücken, specializzato nella produzione di macchine destinate ai mercati internazionali, ha fabbricato ben 10.000 trincie.



L'ultima trincia – la 10.000° prodotta a Zweibrücken - , un modello "intelligente" da 625 CV, serie 7750i, è stata consegnata al contoterzista Norbert Hackstein di Wachtendonk (Northrhine- Westfalia, Germania), cliente del concessionario John Deere "Carl Posterz" di Grefrath, nei pressi di Dusseldorf.

La 7750i può raccogliere fino a 10 file di mais in un'unica passata e gestire fino a 3.000 quintali di foraggio all'ora. Dotate di sistema satellitare di guida automatica AutoTrac e di una completa documentazione sul raccolto, le trincie semoventi John Deere sono macchine altamente produttive che consentono operazioni continue, in particolare se abbinate a opzioni professionali di gestione del parco macchine, come il sistema telematico di nuova generazione JDLink.

Per ottimizzare la qualità del foraggio, i contoterzisti e i grandi allevatori possono avvalersi dell'esclusiva funzione HarvestLab di John Deere. HarvestLab analizza il contenuto di sostanza secca del foraggio raccolto grazie a un sensore NIR (Near-Infrared Reflectance) e regola automaticamente la lunghezza del taglio attraverso il sistema per la regolazione infinita della lunghezza di taglio (IVLOC).

Per evitare le perdite dovute al processo di fermentazione nei silos, le trincie John Deere possono inoltre applicare additivi per insilati direttamente durante il raccolto, attraverso un'ampia gamma di sistemi di applicazione di terzi.

Per la prima volta nel settore agricolo, John Deere ha introdotto, a metà degli anni 80, un processore kernel. Il sistema è dotato di due rulli in acciaio che frantumano i chicchi applicando diverse velocità, per ottenere un foraggio più digeribile. Negli ultimi anni la versatilità delle trincie semoventi è aumentata notevolmente. Oltre a produrre foraggio e mais insilati, queste macchine sono anche in grado di eseguire operazioni per la raccolta di colture destinate alla produzione di energia rinnovabile, come granoturco, miscanto e alberi a crescita rapida o cedui a turno breve.

Fonte: John Deere Italia.

You have no rights to post comments